Articoli

Social media marketing

Social media marketing: tre errori da evitare nel 2019

Oggi, che tu sia un’azienda consolidata o una startup, il social media marketing non è una delle tante opzioni per promuoversi sul mercato. È una vera e propria esigenza. Molte imprese hanno compreso l’efficacia del social media marketing per raggiungere e comunicare con i propri clienti, ma lo fanno in modo sbagliato.
Ecco i tre principali errori di social media marketing da non portare nel 2019.

1 – Non definire un target preciso

Avere un target definito è probabilmente l’aspetto più importante per un’attività. Sapere a chi rivolgersi è uno dei primi passi per costruire qualsiasi piano di comunicazione. Si possono avere idee innovative, prodotti/servizi infiniti e persino un logo fighissimo, ma non servono a nulla se non si sa a chi indirizzarli. Solo dopo aver indentificato un target preciso si potranno mettere a punto le strategie di marketing e convogliarle verso quel preciso gruppo di persone. Conoscere il pubblico di riferimento ti aiuterà a costruire i messaggi, i post sui social media, i contenuti del blog, le newsletter e le conversazioni in rete.

2 – Disperdere “energie” su troppi canali social

Avere più di un profilo sui social network, e magari postare gli stessi contenuti, può essere controproducente: non solo vi farà perdere tempo e risorse ma potrebbe anche confondere il pubblico. Meglio avere un profilo unico e ben riconoscibile in ciascuna delle piattaforme social comunemente utilizzate (Facebook, Twitter, Instagram) attraverso il quale raccontarsi ed interagire con i propri followers anche quando potrebbero arrivare dei feedback negativi. Cogli l’opportunità di mostrare ai clienti che ti interessano: rispondi ai commenti negativi in modo tale da convertirli in positivi, ma se non ci riesci puoi rimuovere il problema dai canali social chiedendo all’utente di mandarti un’email.

3 – Non investire nel video marketing di qualità

Pubblicare troppo o troppo poco è un errore in cui si cade spesso. Se non si aggiornano i canali social si rischia di non riuscire a costruire una relazione con i propri followers, al contrario la pubblicazione ripetitiva, soprattutto se auto-referenziale, spesso irrita il pubblico, che perde interesse. Il coinvolgimento da parte degli utenti aumenta variando la tipologia di contenuto. Per questo motivo, il video marketing, ha assunto un ruolo significativo. Entro il prossimo anno, rappresenterà probabilmente l’80% del traffico Internet globale ed è consigliabile per qualsiasi marketer investire nei video entro il 2019.