Città e Periferia

Metamorfosi architettonica e urbanistica

di Cesare Capitti

“Architettura e urbanistica in cerca dell’umano: è quanto mi viene di riassumere a margine delle considerazioni che ci propone Cesare Capitti. L’importanza della riflessione sul tema della “città e delle periferie”, nei suoi rapporti con la cultura “umanistica”, è una tesi che l’autore sostiene fin dal suo esordio letterario […] Argomenti che si stanno rivelando sempre più centrali nel dibattito sui destini del mondo e nella ricerca di punti d’equilibrio fra modelli urbanistici, con riguardo all’uso del territorio ed al benessere dei suoi abitanti. […]”

Dalla prefazione di Carmelo Montagna (Architetto e docente di Storia dell’Arte e Disegno al Liceo Scientifico Statale “E. Basile” di Palermo)

TITOLOCittà e Periferia
SOTTOTITOLOMetamorfosi architettonica e urbanistica
AUTORECesare Capitti
EDITOREMaurfix Editore
ANNO EDIZIONE2020
GENERESaggio
LINGUAItaliana
FORMATOEpub, Kindle, Carta
ISBN978-88-6863-011-9
(Ebook 978-88-6863-010-2)
PREZZO COPERTINA€ 11,99 – Ebook € 5,99
 

Sinossi

Alle città deve associarsi il concetto di comunità, che indica non solo condivisione di valori e di servizi pubblici, ma anche di concreta solidarietà e partecipazione. Al centro degli interessi non più gli alloggi, ma l’uomo. Questo processo di relazionalità mette in luce l’espressione “città dell’uomo a misura d’uomo”. Il riferimento costante all’assetto della città deriva da una ricerca mirata a ritrovare tale dimensione nell’ambito degli strumenti urbanistici generali. I cenni sul contenuto fondamentale della disciplina urbanistica sono brevi, mentre il testo tende a privilegiare gli aspetti umanistici, tenuto conto che la disciplina è gravata da rapidi mutamenti giurisprudenziali pendenti sul territorio e l’ambiente. Le tematiche affrontate raccontano in particolare gli agglomerati urbani costruiti ai margini delle città storiche, oggetto di speculazioni edilizie, carenti dei servizi indispensabili per una civile convivenza comunitaria. La crescita esponenziale della popolazione nelle città dalla fine del XIX secolo ha generato la richiesta di un fabbisogno edilizio tale da comportare uno sviluppo incontrollato di agglomerazioni spesso anche distanti dai centri urbani consolidati e storici, caratterizzandosi per città satelliti, città dormitori, i non luoghi: simbolo di periferia urbana e marginalizzazione umana. Le nuove periferie umane, intese come luoghi di emarginazione sociale, geografica ed economica, rappresentano metaforicamente la condizione umana più diffusa.

Cesare Capitti

Biografia

Cesare Capitti (1951), già Capo Servizio Del Dipartimento Urbanistica dell’Assessorato Regionale del Territorio e Ambiente della Regione Siciliana, Cultore del Settore ICAR 21 Urbanistica dell’Università degli Studi di Palermo. Già componente del Consiglio Regionale dell’Urbanistica, della Commissione per il risanamento delle zone “A” e“B1” del P.R.G. del Comune di Ragusa. Esperto di Restauro e recupero di Centri storici, ha partecipato nella qualità di delegato del Dipartimento urbanistica presso la commissione speciale per il paesaggio prevista dal codice dei Beni Culturali e Ambientale. Ha svolto attività di docenza presso la facoltà di Architettura e di Ingegneria dell’università degli Studi di Palermo. Autore di varie pubblicazioni scientifiche, tra le più recenti: “3RD IRT International scientific conference – Integrated Relational Tourism Territories and Development in the Mediterranean Area. Helwan Egypt 24-25-26 october 2009”.