Centauro o Minotauro?

Genesi ed interpretazioni storiche dello Stemma di Taormina

di Cettina Rizzo

“La conoscenza della genesi e del significato dello stemma cittadino rientra in questa eredità, dal momento che il simbolo civico, condiviso e accettato da tutti, dovrebbe essere strumento di comunicazione e di coesione sociale, oltre che di identità collettiva e di appartenenza culturale.
Conoscere l’origine è, inoltre, futuro, in quanto è apertura verso il domani, verso l’orizzonte della totalità del nostro poter essere, sia come soggetti individuali e sia come comunità, fieri custodi dei nostri valori.”

Dalla prefazione di Francesca Gullotta (Assessore Beni culturali di Taormina)

Centauro o Minotauro?
TITOLOCentauro o Minotauro? Genese ed interpretazioni storiche dello Stemma di Taormina
AUTORECettina Rizzo
EDITOREMaurfix Editore
CURATOREMaurizio Andreanò
ANNO EDIZIONE2019
GENERESaggio, Storia
LINGUAItaliano, Inglese
FORMATOCartaceo
PAGINE112
ISBN9788868630379
PREZZO DI COPERTINA€ 19,99
 

Sinossi

Città del Centauro o del Minotauro? È questo l’enigma che ruota attorno alla denominazione della città di Taormina.
Attraverso l’attenta analisi dell’iconografia degli stemmi della città, si giunge alla determinazione che la storia delle dominazioni in Sicilia è la vera protagonista di tutte le trasformazioni dello stemma dal medioevo ai giorni nostri. Nel libro lo studio è arricchito dalle raffigurazioni dettagliate di tutti gli stemmi presenti a Taormina che ci permettono di evidenziare tutte le trasformazioni che lo stemma ha subito attraverso i secoli ed attraverso le varie vicissitudini storiche di cui Taormina è stata protagonista assieme al resto della Sicilia.

Autrice

Cettina Rizzo

Cettina Rizzo. Laureata in lettere, ispettrice onoraria dei siti archeologici di Naxos e Taormina, per anni ha svolto con le Soprintendenze di Siracusa e Messina l’indagine sul campo negli scavi di Camarina, Naxos, Taormina e Francavilla di Sicilia. Autrice di numerose pubblicazioni riguardanti i Beni culturali di Taormina e Francavilla.